Nightguide intervista Zerella

Nightguide intervista Zerella

Zerella non è solo il cognome eufonico di Ciro, cantautore e autore classe '93 cresciuto tra i dischi, le
cassette e i videogiochi della sua vecchia casa, ma anche un vero e proprio progetto cantautorale.
Dalla penna, dalla chitarra o dal pianoforte di Ciro nascono canzoni nude ed intime, successivamente
vestite insieme ai musicisti che hanno sposato il progetto.
I punti di riferimento musicali del progetto affondano le radici nel cantautorato italiano e nell'alternative rock d'oltremanica, con un' attenzione particolare a quello che succede di bello nella
musica di oggi.
Nel corso del 2017 cresce l'attenzione verso il progetto grazie all'apertura dei concerti di artisti del
calibro di Gazebo Penguins, Giorgio Ciccarelli, Marlene Kuntz e molti altri.
 
Il disco d'esordio, Sotto Casa Tua, è uscito il 6 Aprile 2018 per l'etichetta Seahorse Recordings,
preceduto dal singolo, "Nico". Il 31 Luglio esce il secondo singolo, "Terra".
A dicembre Zerella viene selezionato tra i 30 semifinalisti del Premio Fabrizio De Andrè e la band
completa con successo la campagna MusicRaiser di "Tutta Bianca", brano che vedrà la luce nel corso
dell'anno. Il 19 Febbraio 2019 esce il terzo singolo estratto, una nuova versione remixata e
rimasterizzata di "Santiago Bernabeu" in duetto con Gabriele Troisi (EX), che chiuderà il cerchio
aperto con Sotto Casa Tua e aprirà la strada verso nuovi progetti.

 
Nightguide. Ciao Ciro, piacere di conoscerti. Racconta ai lettori di Nightguide qualcosa di te e presentaci il tuo interessantissimo progetto musicale, Zerella.
Zerella. Salve a tutti i lettori di Nightguide è la prima volta che arrivo su questi lidi. Ho 26 anni e scrivo canzoni da 7 anni. Mi sono avvicinato alla musica da bambino divorando una musicassetta di Luca Carboni e sviluppando una sorta di reverenza verso Sarabanda.  Da piccolo lo adoravo.

NG. Il 19 febbraio è uscito il tuo ultimo singolo, “Santiago Bernabeu”, una canzone d'amore sui generis, rappresentata da una bellissima metafora calcistica in pieno spirito italiano.  Come nasce questo pezzo? Da dove ti è venuta in mente questa idea?
Zerella. Da buon appassionato di calcio la cosa è venuta naturalmente. Ho scritto questo brano ormai un bel po' di anni fa, quando il calcio era argomento da sdoganare nei testi, Venditti a parte.

NG. E invece come hai deciso di coinvolgere Gabriele Troisi degli Ex?
Zerella. È stato piuttosto naturale chiedere a Gabrio di cantare insieme questo brano. Anni fa lo registrammo per gioco a casa mia, con Gabrio che riuscì a fare ritardo anche in quel caso. Detto questo non è semplicemente il leader di una band tra le più interessanti degli ultimi anni ma anche un musicista fortissimo.

NG. Ho letto che questo brano segno la chiusura di un ciclo artistico che da più di un anno da ha portato in giro a promuovere il tuo album, “Sotto Casa Tua”. Innanzitutto sarei curioso di tirare un po' i conti con te e sapere quali sono stati i momenti più intensi di quest'anno e se pensi che si possa chiudere positivamente e cosa invece avresti potuto fare diversamente.
Zerella. È stato un anno estremamente diverso da come lo avevo immaginato un anno fa. Il disco è stato quasi interamente autoprodotto ma siamo riusciti a ritagliarci non solo uno spazio live ma anche dei bei riconoscimenti a livello di critica (con brani presenti in Sotto Casa tua siamo arrivati alle fasi finali del Premio de Andrè e alle selezioni del 1M Next). Il momento più intenso è stato a settembre quando sono riuscito a rientrare nei 25 giovani autori del Songwriting Camp di Sony Atv.
 

NG. Inoltre se si chiude un ciclo deduco che se ne apra un altro. Questo vuol dire che hai in cantiere qualcos altro? Puoi anticiparci qualcosa?
Zerella. Il nuovo ciclo si aprirà con un nuovo singolo, “Tutta Bianca”. Lo stiamo producendo lavorando con Simone Sproccati (produttore per I Segreti, Zibba) e Davide Napoleone. Se ci seguirete sui social scoprirete diversi dettagli.

NG. Invece  dal punto di vista live hai delle novità? Dove ti vedremo nel corso dell'estate?
Zerella. Se tutto procede secondo i piani, ci divideremo tra studio e live di qualità.

NG. Come tutti i calciatori sperano un giorno di arrivare al Bernabeu, come artista, quale sarebbe il tuo posto dei sogni in cui ti piacerebbe esibirti in un tuo concerto?
Zerella. Mi piacerebbe suonare nel teatro della mia città oppure nei palazzetti italiani. Queste due opzioni sarebbero sicuramente un punto di arrivo non indifferente. Ho sempre pensato che non mi piacerebbe diventare enorme come Eros, Vasco o Ligabue. Insomma gli stadi preferirei frequentarli da spettatore. Certo, che da interista, un live a San Siro non lo rifiuterei, pensandoci. Lo so, tutti vogliono fare il disco di platino a me piacerebbe invece “restare”.

NG. Cosa rappresenta per te la Musica in 3 parole e perché?
Zerella. Estasi, misticismo, comprensione. Estasi perché suonare è come fare sesso, misticismo perché c'è qualcosa di mistico nella creazione di una canzone. È come se venisse fuori dalla mia mente in modo naturale. E, ovviamente, la comprensione è la cosa più naturale possibile. Con la musica mi sento a casa.

NG. Ultima domanda: pensando al tuo percorso, quali pensi siano i 3 album che più ti hanno influenzato e che mai potrebbero mancare nella tua collezione?
Zerella. Hai Paura del Buio? Degli Afterhours, Ok Computer dei Radiohead e Canzoni da Spiaggia Deturpata de Le Luci della Centrale Elettrica. Perché? Semplicemente li ho consumati. 
Intervista a cura di Luigi Rizzo.

Articoli correlati

Interviste

Intervista a simone giust...

04/09/2019 | iltaccuinopress

Simone giusti (pisa, 1977) è un autore impegnato tra scrittura, cinema e teatro. Ha scritto e diretto videoclip, spot, serie web e cortometraggi. Tra i suoi numerosi rac...

Interviste

Nightguide intervista dan...

28/08/2019 | valentina-ceccatelli

Daniel posniak si affaccia nel mondo della musica con over you: giovanissimo cantautore bresciano, daniel ha già alle spalle diversi live e una bella dose di determinazi...

Interviste

Speciale sziget - nightgu...

26/08/2019 | luigirizzo

Nel mondo del duo di musica elettronica (peter kedves e krisztian buzas) un umore costante e un senso di ottimismo incontrano ritmi elettronici innovativi. la canzone di ...

2445150 foto scattate

16323997 messaggi scambiati

959 utenti online

1528 visitatori online