NIGHTGUIDE INTERVISTA DANIELE MENEGHIN

NIGHTGUIDE INTERVISTA DANIELE MENEGHIN

Daniele Meneghin ha da poco pubblicato il suo album "ANIMALI, UOMINI & OCCASIONI", attualmente disponibile nei negozi tradizionali, in digital download e su tutte le piattaforme streaming.
Prodotto da Dameteca Costruzioni Musicali, in collaborazione con Adesiva Discografica, il disco contiene 14 brani interamente scritti dallo stesso Daniele Meneghin e realizzati con il noto chitarrista Osvaldo Di Dio. Il concept album racchiude una sottile analisi sulla coscienza dell'uomo e il legame con tutto ciò che
lo unisce alla natura e allo spirito animalesco.
All'interno del disco vi sono anche alcuni brani definiti dall'artista come "appunti di vita" in quanto narrano di esperienze personali.
Lo abbiamo intervistato per voi.

Di che parla il tuo nuovo disco "ANIMALI, UOMINI & OCCASIONI"?
In questo disco ci sono più di dieci anni della mia vita, è un riassunto del mio tempo attraverso storie di animali e di uomini che condividono la stessa terra.
C'è la volontà di portare in musica l'uguaglianza tra le specie e la voglia di poter condividere la mia quotidianità con tutto e tutti.​

E come nasce il titolo?
Il titolo è un riassunto di quello che l'ascoltatore troverà all'interno del disco.
Il disco è nato dalla collaborazione con Osvaldo Di Dio, ed è stato registrato in studio a Milano presso Adesiva Discografica, da Paolo Iafelice.
Poter lavorare con loro e con tutti i musicisti che poi ne hanno fatto parte è stata una grande occasione per me.
Da qui il titolo Animali, Uomini & Occasioni. 

 ​

Cosa è cambiato rispetto ai tuoi precedenti dischi?
È attuale, e sicuramente rispetto alle produzioni passate in questo disco si sente più l'approccio da Band. L'averlo registrato in studio tutti assieme ha fatto si che le canzoni sono l'espressione di un gruppo e non tanto di un singolo. ​

Quali artisti hanno ispirato il tuo percorso?
Io sono un appassionato di musica, sono una spugna assorbo e ascolto di tutto e sicuramente poi rilascio nelle mie canzoni tutto quello che mi piace e che sento dentro. Ovviamente sono un affezionato dei cantautori vecchia scuola, ma mi piace molto anche la musica attuale.​

 

La tua canzone più rappresentativa finora?
Sicuramente “Proteggi da me” è la canzone che mi rispecchia di più, mi piace chiamarla il mio autoritratto in musica.
Percorro quello che ho fatto in questi anni quasi fosse la lista delle cose fatte, molto chiara e diretta. ​

Qual è il palco dei tuoi sogni?
Mi piacerebbe un giorno suonare la “Premio Tenco”. ​

Prossimi progetti?
Sto già lavorando al prossimo album, c'è ancora tanta musica da dover vestire.


daniele meneghin, intervsita

Articoli correlati

Interviste

Speciale sziget - nightgu...

13/08/2019 | luigirizzo

  È difficile immaginare la scena pop post-sovietica senza la controversa storia di ivan dorn. nel camerino del backstage dell'europa stage dello sziget festival incont...

Interviste

Speciale sziget - nightgu...

12/08/2019 | luigirizzo

un cerchio disegnato a mano con una linea in alto che introduce un suono che non ti aspetteresti dall'ungheria, cioè troppo accattivante per essere jazz, trop...

Interviste

Nightguide intervista mas...

06/08/2019 | valentina-ceccatelli

massimo di cataldo è musicista, cantautore e produttore: salito alla ribalta con come sei bella, canzone che compie 20 anni proprio quest'anno, torna con dal profondo....

2445150 foto scattate

16309957 messaggi scambiati

882 utenti online

1405 visitatori online