LEONARDO ANGELUCCI - QUESTO FRASTUONO IMMENSO

LEONARDO ANGELUCCI - QUESTO FRASTUONO IMMENSO

“Questo Frastuono Immenso” è il disco di debutto di Leonardo Angelucci, in pubblicazione il 19 ottobre 2018 per Alka Record Label. Cantautore romano, chitarrista, frontman dei Lateral Blast e collaboratore di Daniele Coccia Paifelman (Il Muro del Canto) nel suo progetto solista, Leonardo racconta con pungente sincerità i sentimenti di un'intera generazione.
 
Il disco mette in queste dieci tracce tutta una serie di temi ed il leitmotiv è rappresentato dalla capacità di amare ed essere felici, ma si parla anche della linea di confine tra amore e amicizia, del desiderio di possedere il bene e di tenere a debita distanza il male, del bisogno di distrarsi e della fatica a lasciarsi andare.
Non manca una spiccata attenzione alle sonorità, che vanno dal pop-rock alle sonorità sixties, dal folk al reggae, passando per il punk e ritmi calypso.
Il disco, la cui presentazione ufficiale è prevista per il 19 ottobre, a L'Asino che Vola di Roma, è stato prodotto artisticamente da Manuele Fusaroli, artigiano del suono, musicista e noto produttore (The Zen Circus, Tre Allegri Ragazzi Morti, Nada, Luca Carboni, Motta, Nobraino, Le luci della centrale elettrica), insieme allo staff di Massaga Produzioni. Vede la partecipazione di artisti come Simone “Bujumannu” Pireddu dei Train to Roots e Daniele Coccia Paifelman de Il Muro del Canto.
Il disco è stato anticipato dal video e dal singolo “Sedile posteriore”



Ma la prima traccia è 'Altopiano' una particolare lettera d'amore, che si esprime lungo una linea temporale che va dal primo incontro alla vecchiaia. Ciò in atmosfere pop-rock che strizzano l'occhio a sonorità sixties, grazie all'arrangiamento di brass e di cori. Prima del sopra citato singolo incontriamo 'Jurassic Park', un gioco di similitudini e metafore: nelle strofe una ragazza viene paragonata a una serie di immagini della cultura pop del passato, vicine all'autore. 'Sedile Posteriore' è una canzone d'amore semplice, dal ritornello travolgente e l'arrangiamento “black”, cui si unisce il solo di sax di Manuele Fusaroli.
Col ruolo di critica verso il consumismo moderno arriva 'E' Natale', quella festa che la società moderna vive sempre peggio; Angelucci usa come sfondo un incalzante arrangiamento dance-folk, impreziosito dal violino di Alessandro Monzi (Ratti della Sabina, Area 765) e dai cori di Daniele Coccia (Muro del Canto). Segue 'Coincidenze'  brano quasi punk, cantato in coro da tutta la band, prima della ballad 'Confine' nella quale versi intimi si intrecciano con l'ipnotico piano elettrico, fino a sfociare in un ritornello rock.  Se c'è una linea che percorre tutto  il brano, è quella che fa da confine tra l'amicizia e l'amore, la stessa che delinea le labbra di una donna.
'Sa Terra Feat. Bujumannu' è una canzone in dialetto sardo dalle sonorità latin-rock, che racconta il viaggio verso una terra molto cara all'autore e a cui ha preso parte Simone “Bujumannu” Pireddu, voce storica dei Train to Roots, band reggae di origine sarda.
 
'Un'altra Canzone' ci dice che è soffice toccare il fondo, serve a capire chi sei”. Ogni cantautore scrive, almeno una volta nella vita, di un amore iniziato e di un amore finito. “Un'altra canzone” è lo sfogo del dolore per una storia finita particolarmente male. L'arrangiamento dei cori e il groove funky della sezione ritmica danno al brano atmosfere soul e R&B. Le ultime due tracce sono 'Nebbia E Zanzare', un brano molto rock e 'Un Minuto', intimo e personale, nel quale l'autore si spoglia e si parla addosso. “Quando finirai di rateizzare il tempo e passerai due ore ad abbracciare il mare? O ti lascerai perdere dentro un minuto, dimenticando questo frastuono immenso?”. Il frastuono interiore, il frastuono della società, il frastuono musicale che, districandosi tra strofe delicate, esplode. Tra ritornelli maestosi, il cantautore si libera e si abbandona a un finale ipnotico.
Ecco quindi che ''Questo Frastuono Immenso'' che vive dentro Leonardo Angelucci prende vita e diventa musica.
 
 
 
Social:
www.leonardoangelucci.it
www.facebook.com/leonardoangelucci91
www.alkarecordlabel.com
Instagram: @leonardo4ngelucci

leonardo angelucci, questo frastuono immenso

Articoli correlati

Recensioni

Sziget festival day 7 - g...

15/08/2019 | luigirizzo

questo, l’ultimo di questa esperienza, è l’unico report che vi consegno in ritardo cari lettori. A parte gli orari improbabili per partire da budapes...

Recensioni

Sziget festival day 6 - f...

13/08/2019 | luigirizzo

anche il penultimo giorno è andato e con lui, quasi in maniera simbolica, se ne sono andati anche sole e caldo torrido. Lo sziget sta per volgere al termine e an...

Recensioni

Sziget festival day 5 - p...

12/08/2019 | luigirizzo

ieri 11 agosto è ufficialmente cominciata la 3 giorni di passione dello sziget festival. L’isola della libertà è ormai strabordante di gente,...

2445150 foto scattate

16319676 messaggi scambiati

615 utenti online

980 visitatori online